The Kissing Booth 3 si farà

THE KISSING BOOTH 3 si farà? Parla Joey King

La protagonista del film Netflix Joey King sulla possibilità di un terzo capitolo della storia di Elle e Noah: The Kissing Booth 3 si farà?

L’attesa sta per finire. Nella giornata di domani, Netflix pubblicherà il secondo capitolo di uno dei suoi maggiori successi. Parliamo di The Kissing Booth, film diretto da Vince Marcello e basato sull’omonimo romanzo di Beth Reekles. La pellicola ha debuttato due anni or sono e, nonostante la critica si sia in parte accanita sui tanti luoghi comuni cavalcati dalla storia d’amore tra la liceale un po’ sfigata Elle e il bel Noah, il riscontro internazionale è stato indubbiamente eccellente. Tanto da giustificare un sequel e, ad oggi, far pensare anche ad un suo prolungamento. Prima ancora cioè di vedere come si evolverà la relazione di Elle e Noah ora che questi frequenta l’Università, ci si domanda: The Kissing Booth 3 si farà?

Una prima risposta arriva dalle labbra di Joey King, l’attrice che insieme a Jacob Elordi ha conquistato la notorietà in tutto il mondo. L’interprete della giovane Elle, ex di Elordi e ormai sempre più lanciata fra cinema e TV, era ospite di The Today Show.

Qui, collegata in streaming da casa (causa Coronavirus), la ventunenne ha anzitutto dichiarato che, a parer suo, il sequel sarebbe persino meglio del primo. In un secondo momento, rispondendo alla domanda dei conduttori, si è espressa sull’eventualità di un terzo film.

“Be’, sia io che il resto del cast ne stavamo parlando e ci piacerebbe davvero tanto, ma ci affideremo al pubblico perché ci aiuti in questo.

Gli spettatori hanno amato moltissimo il primo, e sono la ragione per cui abbiamo avuto l’opportunità di realizzare un seguito. Quindi, se ameranno anche questo secondo film e lo faranno sapere al mondo e a Netflix, incrociamo le dita che Netflix ci farà fare il terzo film. Perché in fondo è quel che vogliamo tutti davvero tanto”.

Un’ipotesi da confermare

Insomma, come prevedibile quella di The Kissing Booth 3 resta al momento solo un’ipotesi. Ipotesi che potrà trovare sostegno solo nei dati di ascolto di cui Netflix è da sempre gelosissimo. Il primo film è ancora oggi tra le produzioni più viste sulla piattaforma, malgrado le stroncature della critica. La relazione tra Noah ed Elle ha tenuto col fiato sospeso soprattutto gli spettatori più giovani, che col sequel si aspettano di rivivere le medesime sensazioni.

Se sulle dinamiche che terranno lontani, fra incomprensioni e tentazioni reciproche, la coppia di giovanissimi fidanzati possiamo già farci qualche prevedibile idea, ci sono invece dubbi sul finale.

Il regista e sceneggiatore, che mancando un seguito letterario ha dovuto contare sulla sua sola creatività, potrebbe aver diviso i due innamorati. Questo anche per garantire al racconto il perfetto pretesto per un’ulteriore continuazione. D’altronde il cinema – tradizionale e non – ci ha ormai abituato al fatto che per saghe così seguite la trilogia rappresenta quasi un obbligo.

In caso contrario, vale a dire se come nel primo anche il secondo film avrà il suo finale effettivamente conclusivo, The Kissing Booth 3 non si farà. O almeno le speranze di ritrovare i personaggi tanto amati dal pubblico si ridurrebbero alquanto. Non si sottovaluti inoltre che la carriera in ascesa tanto della King quanto di Elordi potrebbe distogliere uno dei due dall’accettare un terzo progetto. Nella fattispecie, Elordi ha da poco annunciato alla stampa di non voler più interpretare degli adolescenti.

In ogni caso, per avere matematica certezza di tutto ciò, bisognerà attendere almeno qualche ora di più.