Lea Michele non sa leggere

Cinema e Celebrity

‘Lea Michele non sa leggere’: l’attrice replica all’assurda teoria

Niccolo Maggesi | 1 Settembre 2022

Lea Michele replica all’assurda teoria del Web secondo cui non saprebbe leggere (né scrivere): ecco come ha affrontato gli attacchi social

Il Web è un mondo vario e originale dal quale talvolta si originano però vere e proprie teorie del complotto. Secondo una di queste Lea Michele, attrice di Glee attualmente in odore di Tony Award per la sua prossima performance a Broadway, non sa leggere.

Lea Michele non sa leggere? L’attrice di Glee risponde

Una vera e propria illazione, com’è più che logico pensare per una star di Hollywood nata nel XX secolo. Eppure gli autori di tale speculazione si sforzarono pure – era il 2018 – di raccogliere presunte prove a sostegno dell’improbabile tesi.

Come per esempio il fatto che sui social l’attrice avrebbe sempre avuto la tendenza a rispondere ai commenti dei follower con sole emoticon. Quando invece si esprimeva per esteso, sarebbero sempre stati altri a farlo in nome suo.

Basterebbero certe scricchiolanti affermazioni, per capire che quella che Lea Michele non sa leggere è un incredibile pettegolezzo.

Ciononostante, dopo che l’attrice aveva già ironizzato sull’argomento via Twitter contestualmente alla nascita della diceria (e le aveva dato man forte, in questo, anche l’amico di sempre Darren Criss), a chiederle di replicare alla fake news ci si è messa persino un’autorità come il New York Times.

In un’intervista appena uscita, Lea Michele ha spiegato una volta per tutte:

“Ho partecipato ogni giorno a Glee. Conoscevo le mie battute ogni singolo giorno. Poi è venuta fuori questa voce online secondo cui non so leggere o scrivere. È triste. Lo è veramente. Spesso penso che se fossi un uomo, molte di queste cose non si verificherebbero”.

Sulla polemica con Samantha Ware

E con ciò sicuramente la Michele ha voluto alludere anche ad altre polemiche ben più gravi, che dal 2020 a questa parte l’hanno allontanata dal circuito dello spettacolo.

Dopo un tweet sulla vicenda di George Floyd, nel maggio di due anni fa, Lea Michele fu immediatamente raggiunta da attacchi fuori contesto, di una ex collega di Glee che l’accusava di aver creato un ambiente tossico all’epoca in cui condivisero il set, arrivando fino al punto di bullizzarla.

A questa circostanza è seguito un lungo periodo di silenzio da parte dell’attrice, che ora riappare però dalle tenebre nelle quali aveva preferito rifugiarsi, per tornare sotto i riflettori di Broadway.