Westworld 2 stagione ascolti

Westworld 2 stagione ascolti – Non chiamatelo più il nuovo Game of Thrones

Westworld 2 stagione ascolti: risultati deludenti per quello che sarebbe dovuto diventare il nuovo Game of Thrones. I dati di ascolto del finale e il bilancio della stagione.

Westworld 2 stagione ascolti: i risultati del finale fanno pensare ad una crisi

Hanno di che preoccuparsi i vertici della HBO nel vedere i dati di ascolto dell’ultima stagione di Westworld. La serie TV scritta da Jonathan Nolan e dalla moglie Lisa Joy ha infatti deluso per i risultati mediocri, o meglio in lento declino. Decantata come il prossimo Game of Thrones, i primi episodi avevano debuttato con numeri addirittura superiori al colosso della rete.

Gli ascolti si mantennero in crescita per tutto il 2017, impennandosi oltre i due milioni soprattutto nel finale. Con la stagione 2, invece, sembra che Westworld abbia viaggiato al ribasso. Il finale di domenica scorsa è stato seguito da appena 1.6 milioni di telespettatori, a fronte di una partenza fermatasi invece a poco più di 2. Cifre che riescono d’altronde a toccare i 10 milioni complessivi, tenendo conto di repliche e streaming. Ma si tratta ugualmente di numeri che lasciano subodorare il principio di una crisi.

Quale potrebbe dunque essere la spiegazione? Sembra si stiano facendo la stessa domanda i vertici del network, intenzionati però a puntare ancora sulla serie. Le preoccupazioni sono più che legittime, contando che solo la prima stagione è costata la bellezza di 100 milioni di dollari. Cifre che potrebbero aver bisogno di un ridimensionamento, a fronte di un riscontro lentamente sempre più tiepido da parte del pubblico. E proprio quest’ultimo viene in aiuto dei capi di rete rendendo più precipue le ragioni della crisi.

Westworld 2 stagione ascolti in crisi: cosa ne pensa il pubblico?

La comunità di fan di Westworld che a conclusione di ciascun episodio dà vita ad un dibattito lungo un’intera settimana è ancora profondamente vivace. Di conseguenza, è facile comprenderne le reazioni, il più delle volte vomitate d’istinto sui social. Al di là di chi con limitato spirito critico alza le mani davanti alla sciarada della trama, viene il sospetto che proprio questa abbia cominciato a rendere insofferenti anche i più appassionati.

Nell’arco di Westworld 2 stagione gli ascolti si sono assottigliati in parallelo al crescere dei nodi del racconto, e nonostante il finale ne abbia districati alcuni ne ha lasciati intrecciati molti altri. Sono rimaste irrisolte parecchie questioni relative a Bernard, Dolores e della new entry Charlotte. Mentre non si conoscono con certezza i dettagli relativi all’uscita di scena del dottor Ford. E poi ancora, ci sarà un nuovo futuro per Maeve e per i tanti altri ospiti del parco?

L’impressione è che prima di scoprirlo dovrà nuovamente trascorrere parecchio tempo. Stante un oggettivo declino degli ascolti, nei piani della HBO non profilo comunque alcun accorciamento dei tempi di produzione. Anzi, se una stagione 3 ci sarà (com’è ufficiale che ci sarà), si dovrà avere il tempo necessario a pensarla in modo di molto più ponderato, scongiurando così il pericolo di una resa insufficiente a fronte di una spesa sbalorditiva.

(FONTE: Vulture)

CiakGeneration © riproduzione riservata.