Beatrice Bruschi Sana Skam Italia 4

Skam Italia 4, Beatrice Bruschi: ‘Il provino per Sana una grande sfida’

Beatrice Bruschi ci racconta il provino per Sana, a cui è dedicata la stagione 4 di Skam Italia: “È stata una mia grande sfida personale”.

Beatrice Bruschi è la protagonista assoluta della stagione 4 di Skam Italia, che ha debuttato alla mezzanotte del 15 maggio 2020 su Netflix e TIMVISION.

Il teen drama s’interroga quest’anno sui turbamenti della giovane Sana, una ragazza musulmana di seconda generazione. Nonostante la mentalità aperta e progressista, Sana resta ancorata alle prescrizioni anche più severe della sua cultura, che poco si conciliano con i desideri di un’adolescente. Nel frattempo conosce per la prima volta l’amore, verso cui nutriva già un istinto profondo, e il tutto si mescola con esiti diversi alle relazioni con le amiche e alla vita familiare.

Per l’occasione abbiamo incontrato proprio Beatrice Bruschi, che tra le tante altre curiosità, insieme al regista della serie Ludovico Bessegato, ci ha raccontato del suo provino per il delicato ruolo di Sana. Quello che segue è solo un assaggio dell’intervista più ampia e articolata disponibile sul mensile Ciak di giugno.

“Appena ho saputo che c’era questo provino e ho letto la sceneggiatura,” ricorda per noi la Bruschi, “mi è subito piaciuto tantissimo. Sarebbe stata una grande sfida, sia per me come attrice sia per il personaggio in sé. È stato meraviglioso avere l’opportunità di farlo”.

Verso la parte di Sana, Beatrice Bruschi sottolinea di aver provato da subito una connessione speciale. L’attrice attribuisce parte del merito al regista, presente ai casting e capace di metterla rapidamente a proprio agio.

“Appena ho visto Ludovico”, svela, “ho avuto come una sensazione particolare, come se già sapessi che quell’esperienza mi avrebbe segnato. Mi piaceva il suo approccio, e volevo tanto partecipare al progetto. Forse me la sono chiamata…”.

La Bruschi ci ha raccontato anche cos’ha fatto dopo aver saputo d’essere stata scritturata.

“Quando mi hanno detto ch’ero stata presa, ricordo che ho pianto tantissimo. Questa serie mi ha cambiato la vita, proprio come persona”.

Ludovico Bessegato: “Ecco perché ho pensato a Beatrice per il ruolo di Sana”

Anche il regista di Skam Italia 4 Ludovico Bessegato ha approfittato della nostra intervista per rievocare il provino di Beatrice Bruschi, spiegando come mai le abbia infine assegnato la parte.

“Io e Beatrice eravamo amici su Facebook,” rivela, “perché lei aveva partecipato ad un cortometraggio di una mia amica che me l’aveva segnalata come un’ottima attrice. Ai tempi si usava proprio quel social network per avere sempre sott’occhio attori potenzialmente bravi. Però non ci eravamo mai scritti, così fui io a contattarla chiedendole se le sarebbe piaciuto fare il provino per un nuovo progetto”.

L’arrivo dell’attrice ai casting lo colpì per il look, che in realtà la rendeva lontanissima dal ruolo di Sana.

“Quando è arrivata ho pensato ‘Mah!’, anche perché aveva un look molto particolare. Era vestita tutta di nero, con grossi anfibi a suola alta, aveva il piercing alla lingua… Quindi rimasi perplesso e dissi ‘Non so, vediamo’.

Invece alla fine è stato proprio quello a convincermi: il fatto che Beatrice sia una persona tosta. Una volta indossata una sciarpa nera a mo’ di velo siamo rimasti rapiti, e dalla metallara di Roma Nord è improvvisamente apparsa Sana”.

L’intervista completa a Beatrice Bruschi e Ludovico Bessegato sarà in edicola con il numero di giugno di Ciak.

Potrebbero interessarti anche: