Orange is the New Black 7 anticipazioni

Orange is the New Black 7 anticipazioni su Piper, Blanca, Taystee e Alex

Contenuti

Orange is the New Black 7 anticipazioni: tutto quello che sappiamo sulla prossima stagione. Che fine farà Piper? Cosa ne sarà di Blanca, Taystee e Alex?

Orange is the New Black 7 anticipazioni: tutto quello che c’è da sapere. Poco dopo il caricamento della sesta stagione di Orange is the New Black su Netflix, i fan hanno immediatamente iniziato a chiedersi cosa accadrà in Orange is the New Black 7. Di conseguenza, cerchiamo di scoprire che cosa ne sarà dei personaggi principali della serie dopo il finale della stagione 6.

Con sempre maggiore insistenza si è inizialmente vociferato che la stagione 7 di Orange is the New Black potrebbe essere l’ultima. La conferma a tali sospetti è arrivata nella tarda serata di mercoledì 17 ottobre 2018: Orange is the New Black si chiuderà con la settima stagione. I personaggi della serie dovrebbero perciò andare incontro al loro lieto fine o chiudere la propria storia sperando di incontrare la soddisfazione del pubblico. Protagoniste del prossimo capitolo di Orange is the New Black, in ogni caso, saranno senz’altro i personaggi al centro dei cliffhanger nel finale della stagione 6. Nella fattispecie ci riferiamo a: Blanca, diretta verso un centro di detenzione per immigrati irregolari; Taystee, rientrata a Litchfield dove scontare la condanna per l’omicidio di Piscatella; Alex Vause, al centro della faida con Badison e rimasta senza Piper; Piper stessa di cui è ignoto il destino fuori dal carcere.

Che cosa ne sarà di tutte loro, secondo le anticipazioni di Orange is the New Black 7? Il 26 febbraio 2019 le riprese si sono ufficialmente concluse e la stagione si appresta a debuttare il 26 luglio 2019, quindi cerchiamo di scoprirlo.

Che cosa accade a Piper?

La creatrice di Orange is the New Black Jenji Kohan pensava da tempo di raccontare la vita di Piper Chapman fuori dal carcere di Litchfield. D’altronde la serie tutta si ispira alle memorie della vera Piper (Kerman), scritte a ridosso dell’esperienza carceraria e prima di diventare un’attivista per i diritti delle detenute. Nella consapevolezza che la settima stagione avrebbe potuto costituire la fine di OITNB, la Kohan ha disposto che nel finale della sesta Piper lasciasse Litchfield. Taylor Schilling, che presta il volto alla protagonista, sapeva che la sua storyline si sarebbe evoluta così sin dall’inizio, ma lo ha taciuto alle colleghe.

In Orange is the New Black 7 Piper cercherà di recuperare se stessa nel mondo esterno. Riprenderà le misure con ciò che si era lasciata alle spalle prima di entrare a Litchfield, e farà i conti con una forma di choc della detenzione, che come ci fa sapere Taylor Schilling stessa colpisce molte ex detenute.

“In alcune conversazioni che ho avuto con donne con esperienza di rientro c’è un elemento comune che inizialmente ti sopraffà. Ho sentito qualcuno raccontare che per un po’ di tempo non è riuscito a lasciare la propria stanza da letto o uno spazio limitato”.

Lo stesso potrebbe perciò accadere anche a Piper, nonostante la Schilling puntualizzi di non essere ancora a conoscenza di come il suo personaggio reagirà alla scarcerazione. Per il momento, l’abbiamo vista restare in un disarmante silenzio di fronte alla domanda del fratello, “Che cosa farai adesso?”, che ha chiuso la stagione 6.

Senz’altro il suo caso, di donna bianca d’estrazione sociale discreta, sarà occasione per lo show di mettere a confronto quell’esperienza con casi ben diversi come Blanca o Taystee.

Orange is the New Black 7 anticipazioni: cosa aspetta Blanca e Taystee

Le vicende giudiziarie dell’ispanica Blanca Flores e della nera Taystee sono espediente narrativo per sottolineare le differenze di trattamento nelle carceri americane. Introducendo il delicato tema dei centri di detenzione per immigrati, Jenji Kohan non tocca soltanto un argomento sensibile ma anche attuale per il pubblico. In molti hanno perciò notato che la storia di Piper si starebbe riallineando ai nostri tempi collocandosi nel 2018.

Nel futuro di Blanca, come confermato da una delle produttrici e dalla sua interprete Laura Gomez, ci sono dunque le conseguenze della politica migratoria intrapresa da Trump. Orange is the New Black 7 ne racconterà frustrazioni e disagi, ma ne metterà soprattutto in luce i limiti e l’impraticabilità di principio.

Per quanto riguarda Taystee, invece, la sua vita è ormai solo nelle sue mani. La ragazza, per convenienza e paura, è stata abbandonata infatti da tutti e soprattutto da Black Cindy. Questa, depositaria con Suzanne della verità sulla morte di Piscatella, potrebbe finalmente convincersi a parlare. Solo così troverebbe pace dal senso di colpa, rinunciando ai privilegi finora concessile dall’aver invece testimoniato contro l’amica.

Il caso di Alex

Alex Vause (Laura Prepon) dovrà aspettare altri quattro anni prima di uscire e rivedere la sua Piper. Ma il loro amore sarà più forte del tempo e della condanna che l’ex trafficante deve scontare? Intanto, la stagione 7 di Orange is the New Black dovrà senza dubbio raccontarci cosa accade a Litchfield mentre Piper si trova nel mondo esterno. Alex potrebbe allora costituire lo stratagemma con cui rendere credibile che tutte le vicende siano ancora raccontate da Piper. Le due avranno infatti modo di rivedersi durante i colloqui e qui scambiarsi confidenze sugli avvenimenti della galera.

D’altra parte Alex avrà qualche grana per la rivalità con Badison, rimasta scottata dall’essere stata umiliata agli occhi di Carol. Morta quest’ultima, è chiaro che Alex mancherà della protezione avuta finora mentre Badison acquisirà una posizione preminente agli occhi delle compagne. Come si evolverà la faida tra le due, però, è ancora tutto da vedere.

Quale sia infine il destino di Red, Gloria, Daya, Frida, di Lorna e del suo bambino, resta al momento un assoluto mistero che speriamo di svelare al più presto, per meglio ingannare l’attesa.

(FONTE: The Hollywood Reporter)

CiakGeneration © riproduzione riservata.