The Perfectionists Marlene King

Marlene King svela un retroscena della cancellazione di The Perfectionists

2Marlene King interviene su Twitter replicando a un commento sulla cancellazione di The Perfectionists: la produttrice svela un retroscena.

Da un mese circa la rete statunitense Freeform ha definitivamente archiviato il progetto di The Perfectionists, cancellato dopo mesi di attesa dal finale. La notizia ha gettato nello sconforto i fan storici di Pretty Little Liars, di cui The Perfectionists costituiva il secondo spinoff, ma ha soprattutto amareggiato Marlene King. L’ispiratrice di una delle serie cult degli ultimi anni, che ha aperto la strada a teen drama dai toni mistery su tante altre reti e servizi di streaming, sta ancora digerendo l’accaduto. Insieme a lei, anche tutte le attrici che hanno lavorato allo show si sono lasciate amaramente l’esperienza alle spalle. E c’è stato chi, come Janel Parrish, non ha nemmeno avuto la forza di trovare le parole per esprimere il proprio dispiacere.

Nonostante la delusione, va detto che gli ascolti di The Perfectionists erano imbarazzanti. Il network aveva tutte le ragioni di non finanziare una seconda stagione. Tuttavia bisogna riconoscere che sin dall’inizio sembra aver creduto poco al progetto, tanto da non essersi mai speso in un’esagerata promozione.

Quel che ancora oggi ci si domanda, però, è come mai nessun’altra piattaforma di streaming abbia cercato di mettere le mani su un brand così fortunato come Pretty Little Liars. Che cosa è veramente successo nei cinque mesi di attesa di un responso sul futuro dello show? Marlene King ha cercato di salvare The Perfectionists? Finalmente la produttrice ha risposto a questa domanda.

Marlene King risponde su Twitter all’ipotesi di un recupero di The Perfectionists su un’altra piattaforma

Non avendo avuto occasione di approfondire l’argomento sulla stampa, Marlene King ha scelto la sua piattaforma social preferita per dare le ultime spiegazioni su The Perfectionists. Il pretesto glielo ha fornito infatti un utente di Twitter interessato a sapere

“Perché non hanno provato a vedere se un altro network era interessato (alla serie, ndr)? Mi sembra l’abbiano semplicemente lasciata morire perché avevano nuovi progetti in cantiere.

Ecco la risposta della King:

“Ciao! Io ho sempre combattuto perché tutti i miei show andassero in onda per tutto il tempo che la loro storia richiedesse d’essere raccontata. Ma quando sei informata dai proprietari dello show e lo studio che non c’è possibilità di venderlo a qualcun altro, non puoi che scegliere di dirgli carinamente addio ed essere grata per il tempo che hai avuto a disposizione per raccontare la tua storia.

È molto difficile darci un taglio quando non hai risposto a tutte le domande dalle quali hai chiesto ai tuoi fan più appassionati di lasciarsi coinvolgere. Credimi, è più difficile per me che per voi.

Insomma, probabilmente per una questione di diritti d’autore o di clausole contrattuali, The Perfectionists non avrebbe potuto che terminare laddove si è concluso. Le logiche di potere hanno prevalso sull’arte e la creatività, come purtroppo sempre più spesso accade.

Indietro