Denis O'Hare American Horror Story

Star di American Horror Story svela perché ha lasciato la serie

Denis O'Hare confessa di non aver lasciato American Horror Story per sua decisione, e non riesce a nascondere una certa polemica con l'autore della serie

Denis O’Hare: perché ha lasciato American Horror Story

Dopo aver dato prova del suo talento sin dalla prima stagione di American Horror Story, Denis O’Hare è scomparso dalla serie antologica a seguito di Roanoke. Alla fine dell’estate, l’attore tornerà nel franchise lanciato da Ryan Murphy per un nuovo sorprendente ruolo che ha già definito molto divertente. Ma perché, terminata la sesta stagione, Denis O’Hare scelse di lasciare il cast di American Horror Story?

Il pubblico ha cercato molteplici risposte a questo interrogativo, specie perché O’Hare è sempre stato uno degli interpreti più versatili dello show, che ben riuscivano a passare da una parte all’altra con disinvoltura e credibilità. La sua assenza insomma si è fatta spesso sentire, e perderlo ha voluto anche dire rimpiangerlo.

Qualcuno pensava che avesse preferito dedicarsi ad altro (The Good Wife, This is Us). Qualcun altro che cambiare personaggio tanto frequentemente lo avesse stancato. Ma il motivo del suo allontanamento da American Horror Story è purtroppo un altro, ed ha a che vedere col modo di lavorare di Murphy.

Intervistato da Digital Spy, Denis O’Hare ha intanto spiegato:

“Io dico ‘sì’ quasi a tutto. Se qualcuno mi chiede di fare uno strano film sperimentale, di arte israelo-germanica in un hotel a Chelsea, io ci sono. ‘Che cosa devo fare? Interpreterò un pilota di droni? Ci sto’. Si va a venezia per fare un film muto sulla peste? ‘Okay, sono il vostro uomo, lo farò’. Dire sempre sì ti conduce verso luoghi straordinari”.

Allora, cosa lo ha costretto a rinunciare alla serie?

Denis O’Hare su Ryan Murphy: “Non ero più nei suoi interessi”

Pur cercando di mascherarlo, Denis O’Hare non nasconde completamente un velo di polemica verso il modo in cui il creatore di American Horror Story suole lavorare, e attribuisce proprio a lui la sua repetina assenza dalla serie.

“Dipende dalla mente di Ryan Murphy. Dio solo sa come ci riesce. Si destreggia fra così tante cose nella sua testa. Ha un sacco di show a cui pensare. Credo che lui si lasci ispirare da certe persone, e che corra con loro per un po’ di tempo, per poi spostare la sua attenzione verso qualcun altro, per chissà quale ragione.

Dunque, io ero sì disponibile, ma improvvisamente non rientravo più in quell’orbita. Allora mi sono detto ‘Okay. Be’, vorrà dire che farò altre cose”.

Nel prosieguo dell’intervista Denis O’Hare si affretta in ogni caso a rimarcare la propria devozione per lo show, pur avendo capito di non doversi più fare illusioni.

“Detto questo, adoro lavorare ad American Horror Story. Adoro però anche lavorare su altre cose che ho avuto l’opportunità di fare. E sono emozionato di tornare. Immagino che la morale sia: chissà per quanto tempo tornerà? Non so se questa nuova occasione si trasformerà in qualcos’altro, ma di certo non ha importanza”.

La stagione 10 di American Horror Story, intitolata Double Featured, andrà in onda negli Stati Uniti dal 25 agosto 2021.

Potrebbero interessarti anche:

Newsletter di Ciak Generation

Nessun Articolo da visualizzare