Come finisce 13 Reasons Why 4 finale TREDICI

Come finisce 13 Reasons Why 4? Tutto sul finale di TREDICI 4

Guida per chi ha rinunciato alla stagione finale di TREDICI 4: ecco la spiegazione degli ultimi episodi e come finisce 13 Reasons Why 4.

Dopo una seconda stagione che i più già ritenevano non essenziale, e una terza che ha deluso la gran parte dei fan rimasti, Netflix ha comunque proseguito con un quarto ciclo di TREDICI. Eppure la serie ideata da Brian Yorkey arrancava da diverso tempo, forzando l’intreccio tra i personaggi e tentando di replicare i nobili intenti della storia di Hannah Baker. Per questo motivo, parecchio del pubblico che aveva seguito intensamente il racconto del suicidio della studentessa vittima di bullismo ha abbandonato lo show. A non essersi esaurita, però, è la curiosità degli amanti delle serie TV a proposito dei personaggi ai quali ci si era in ogni caso affezionati. Così abbiamo deciso di non ignorare del tutto l’ultima stagione di 13 Reasons Why, e di svelare brevemente come finisce TREDICI 4 specie per chi non voglia vedere i restanti 10 episodi.

La stagione precedente, con un netto mutamento di stile e toni, aveva seguito il lento affiorare dei segreti intorno alla morte di Bryce Walker. Infine si scopriva che ad uccidere il bullo della Liberty High (che già aveva usato violenza contro Hannah) erano stati Alex e Zach con la complicità di Jessica. Ma uno dei punti chiave della terza stagione si rivelava anche l’arresto di Montgomery. Il ragazzo, amico di Bryce e anch’egli tra i più rissosi e violenti della scuola, muore in carcere dopo aver peraltro ammesso la sua latente omosessualità.

Da qui riprendono quindi le avventure dei personaggi di 13 Reasons Why, e solo con questi presupposti riusciamo a capire come finisce TREDICI 4.

La storia di Clay e gli scontri degli studenti con la polizia

Nella quarta stagione di 13 Reasons Why Clay sembra tornare ad essere il ragazzino emotivamente instabile dei primi tempi. Su di lui pesano ormai come un macigno le bugie e i segreti raccolti da tutti i compagni intorno alla morte di Bryce e quella di Monty.

La tensione accumulata da Clay culminerà durante un’incredibile sparatoria scolastica che vedrà intervenire gli S.W.A.T. Mentre la polizia cerca di ripristinare l’ordine, Clay afferra l’arma di uno degli agenti seminando ulteriore panico. Il suo è il chiaro segno di un crollo nervoso, al termine del quale il ragazzo riesce comunque a ristabilirsi.

Come per un’inquietante congiunzione di eventi, mentre in America dilagano le proteste contro le forze di polizia nella discussa campagna #DefundPolice, anche gli studenti della Liberty High avranno modo di interagire con le autorità in divisa. Oltre all’episodio della sparatoria, infatti, nel corso di una protesta i protagonisti finiscono al centro di una violenta rissa con le forze dell’ordine.

Diversamente dal modo in cui le cose proseguono nella vita reale, la situazione in quel di TREDICI torna rapidamente alla normalità. I ragazzi voltano pagina e si concentrano ancora una volta sui loro progetti, uno fra tutti il nuovo ballo della scuola.

Coming-out e l’amaro destino di Justin

I protagonisti di 13 Reasons Why si adopereranno inoltre per sensibilizzare sul tema dell’omosessualità, e allontanare dalla Liberty High lo spettro dell’omofobia. Questo in ragione della storia di Monty, che ha per troppo tempo taciuto la sua vera identità sessuale.

Il coming out di Montgomery nella stagione precedente non è il solo a sorprendere il pubblico di TREDICI 4. Altri saranno infatti coloro che coglieranno l’occasione per farsi avanti e confessare ai compagni il loro orientamento sessuale.

Nel frattempo Justin si scopre positivo al test dell’HIV, che rapidamente diventa AIDS condannandolo a pochi giorni di vita. In molti hanno criticato questa storyline nonché il destino scelto per uno dei personaggi più amati dal pubblico. La vicenda di Justin è apparsa stonata ma soprattutto fuori dal tempo, visto che nella maggior parte dei casi oggi l’AIDS è curabile e non più mortale.

In ogni caso il ragazzo ha contratto il virus facendo uso di sostanze stupefacenti e prostituendosi quando ancora viveva con la madre. Nonostante la sua vita si fosse ormai regolarizzata, al contrario dei compagni non riuscirà neppure a diplomarsi. La morte lo coglierà infatti a ridosso degli ultimi giorni di scuola.

Sul finire della stagione, comunque, il suo spirito tornerà a far visita a Clay com’era già accaduto per Hannah.

Il finale di 13 Reasons Why 4 con il “ritorno” di Hannah Baker

E a proposito di Hannah Baker, c’è in qualche modo anche lei, la protagonista delle prime due stagioni, nel finale di TREDICI 4. Ecco infatti come finisce 13 Reasons Why: Clay, Zach, Alex, Jessica, Tyler, Ryan e altri tra i personaggi principali si sono ormai diplomati e hanno scavato una fossa nella quale seppellire le cassette della compagna defunta.

Nella stessa circostanza, il fantasma di Bryce che già era comparso in una scena del diploma accanto all’inseparabile amico Justin, si palesa a Jessica. Questa, in disparte dagli altri, si lascia andare a uno scambio di battute che ha suscitato non poca perplessità nei telespettatori.

Jessica sembra infatti compiacersi della presenza del suo stupratore, al quale ora, superato il trauma, pare quasi attribuire il merito di averle fatto incontrare l’affiatato gruppo di amici.

Acquista il nuovo romanzo di Daninseries