The Handmaid's Tale 2x13 streaming

The Handmaid’s Tale 2×13 streaming e anticipazioni | Fuga di mezzanotte

The Handmaid’s Tale 2×13 streaming e anticipazioni dell’ultimo episodio della stagione. Serena Joy sfida il consiglio degli uomini e June ha un’altra occasione di fuga.

The Handmaid’s Tale 2 stagione giunge oggi al termine con il tredicesimo episodio. La serie TV di Hulu, in Italia in onda su TIMVISION, è riuscita nell’impresa di migliorarsi persino, dal debutto dello scorso anno. Elisabeth Moss, Alexis Bledel e tutto il cast ha fatto un lavoro splendido nel dare senso e umanità in un mondo di personaggi in cui tali attributi sembrano venuti meno. L’ultimo episodio ha regalato agli spettatori un’ora di brividi e suspense, nel tentativo di scoprire che cosa ne sarà dell’ancella June. Dove ci porterà il terzo capitolo del suo racconto? La stagione 3 è stata già confermata, ma i punti interrogativi che hanno lasciato sospesa la storia aspettano risposta ancor più ansiosa. Scopriamo allora che cosa è accaduto nell’episodio e come vedere The Handmaid’s Tale 2×13 streaming.

The Handmaid’s Tale 2×13 streaming si trova facilmente su TIMVISION, la piattaforma on demand del gestore telefonico TIM. La serie è disponibile nel complesso della prima e della seconda stagione, nella sezione apposita. Gli utenti del servizio, che si siano iscritti al primo mese gratuito o che abbiano un contratto telefonico con TIM o che si siano abbonati semplicemente a TIMVISION, possono accedere al sito ufficiale e cercare The Handmaid’s Tale con la barra di ricerca. L’abbonamento a TIMVISION, oltre al mese iniziale gratuito, comporta la spesa di 4,99€ al mese.

Ricapitoliamo il contenuto di The Handmaid’s Tale 2×13 e vediamo com’è andata a finire la storia di June, almeno per quest’anno.

The Handmaid’s Tale 2×13 streaming e anticipazioni: la proposta di Serena Joy

La pena di morte comminata alla giovane Eden e al marito ha turbato l’intera casa Waterford. Da Serena Joy a June tutti si domandano dove porteranno gli estremismi del regime. Gilead ha permesso che una ragazzina di quindici anni fosse condannata a una punizione indicibile per la sola colpa di aver amato. Ma nel sistemare le cose della ragazza, June e Rita rintracciano anche una copia della Bibbia piena di appunti. Eden aveva cercato di leggere la parola di Dio sulla quale si scandiva la sua vita, contravvenendo però alla regola secondo cui a una donna non debba concedersi di leggere e scrivere.

Cosa accadrà, si chiede allora June, quando verranno a prendere la piccola Holly per farle lo stesso? Prima, l’ancella lo domanda al comandante Waterford, che di tutta risposta punisce la sua insolenza con un ceffone. Ma June non ci sta, e per la rabbia ricambia il gesto pur rischiando grosso. L’ancella ripete inoltre la domanda a Serena, che d’accordo con le altre mogli si convince a fare una proposta rivoluzionaria al consiglio dei comandanti presieduto dal marito.

La donna chiede che anche al genere femminile sia permesso di leggere le Sacre Scritture. Irritati, i mariti si mostrano falsamente interessati. Quando però Serena mostra al consiglio la copia della Bibbia di Eden e ha l’ardire di leggerne un breve passo, per lei è finita. Congedata con cortesia dagli uomini, viene condannata proprio da Fred a subire la perdita di un dito come prescritto dalle Scritture.

Tornata a casa, Serena mostra a June quanto accaduto. L’ancella, sbigottita per la cattiveria del comandante, prende ulteriore coraggio per esprimergli definitivamente il suo disprezzo. Nel contempo, insieme a Nick, visita la loro piccolina e finalmente il tuttofare riesce a cullarla per qualche minuto mentre a June scivola via il suo primo “Ti amo”.

The Handmaid’s Tale 2×13 streaming e anticipazioni: il destino di Emily e l’ennesima fuga

Intanto Emily è bloccata a casa Lawrence, dove sta per affrontare la sua prima cerimonia. Pronta per il rito, il comandante le ordina di tornare nella sua stanza perché nulla accadrà tra di loro. Sollevata ma anche preoccupata, Emily ha il tempo di pensare al suo piccolino, che in Canada con sua moglie sta per compiere sette anni.

Il giorno successivo le fa visita zia Lydia, che le dice di aver saputo dal comandante che la cerimonia è andata benissimo. Ancor più perplessa per quelle bugie, Emily precipita nella confusione e si scaglia contro zia Lydia pugnalandola alle spalle. La donna cade dalla tromba delle scale e precipita sul pavimento in fin di vita. Il comandante chiama un’ambulanza, ma Emily verrà costretta a salire in macchina e sarà condotta lontano.

Rita è tormentata dai sensi di colpa per aver sempre trattato con sufficienza la povera Eden. Per redimersi decide allora di salvare June. D’accordo con una catena di Marte al servizio presso altri comandanti, e grazie al diversivo di un incendio scoppiato nel vicinato, comunica all’ancella di prepararsi in tutta fretta insieme alla bambina. June esce indisturbata, ma Serena la intercetta a pochi passi dalla salvezza. Persuasa da June, Serena si convince però a lasciare andare la sua Nichole, che solo lontano da Gilead potrà veramente salvarsi. Passando da una Marta all’altra, June e la piccola Holly giungono sul ciglio di una strada di transito, e all’altezza di una galleria incontrano un’auto. Da questa escono Emily e il comandante Lawrence, d’accordo con le stesse persone per mettere in salvo la sua ancella disperata.

Malgrado la prospettiva di un futuro più roseo, June ripensa un’ultima volta al fatto che lasciare Gilead significherà abbandonare Hannah. E’ a questo punto che l’ancella preferirà consegnare ad Emily la piccola Nichole, restando dov’è per portare a termine la sua ultima missione.