Evan Peters - Pose - Ryan Murphy - James van der Beek

Home | News e anticipazioni

Pose di Ryan Murphy con Evan Peters e James van der Beek nel cast

Niccolo Maggesi | 27 Ottobre 2017

Evan Peters

Ryan Murphy recluta Evan Peters, James van der Beek di Dawson’s Creek, Tatiana Maslany e Kate Mara per il cast di […]

Ryan Murphy recluta Evan Peters, James van der Beek di Dawson’s Creek, Tatiana Maslany e Kate Mara per il cast di Pose sull’America pre-trumpiana.

Sapevamo da tempo che, nei programmi di Ryan Murphy, c’erano la bellezza di almeno cinque show differenti, tre dei quali novità assolute. Una di queste è Pose, drama ambientato nella New York degli Ottanta, di cui fotografa i diversi ambienti sociali. Dalla più ricca borghesia agli strati sociali in ascesa, la serie racconterà il mondo degli affari accanto a quello di chi aspira a farne parte. Date queste premesse, la notizia di oggi è che, per il cast dello show, che nello stile di Murphy sarà come di consueto corale e variegato, faranno tra gli altri parte anche Evan Peters e James van der Beek.

Ai due volti maschili, l’uno veterano delle produzioni di Murphy e l’altro assoluta novità, si uniscono inoltre Kate Mara (il produttore aveva già lavorato con

Kate Mara - Tatiana Maslany - Pose

lei in AHS: Murder House) e Tatiana Maslany. Quest’ultima è sicuramente quella che colpisce di più. Vincitrice agli ultimi Emmy Awards, la Maslany tornerebbe così in TV – per la felicità dei fan – dopo l’esperienza tutt’altro che semplice sul set di Orphan Black.

Ma chi saranno i loro personaggi in Pose?

Sui loro ruoli non ci sono ancora troppi dettagli. Conosciamo soltanto i nomi, e qualche scarna caratteristica dei personaggi che interpreteranno. Del tutto differente dal suo vecchio sognatore Dawson sarà il personaggio di James van der Beek, spietato genio della finanza. Evan Peters sarà invece Stan, che con Kate Mara nei panni di Patty si catapulterà nel settore economico e finanziario della Grande Mela. Con quali dinamiche un personaggio si legherà all’altro, resta al momento ignoto.

Certo è invece che, dopo aver raccontato i deliri dell’America successivi all’elezione di Donald Trump, Ryan Murphy si adopererà in un’analisi delle ragioni che hanno condotto il paese nelle mani del nuovo presidente, talmente profonde da risalire addirittura così lontano nel tempo.

evan peters dahmer

Cinema e Celebrity

Evan Peters sulla preparazione per Dahmer: intervista esclusiva

Redazione | 11 Novembre 2022

Dahmer Evan Peters

La nostra intervista esclusiva a Evan Peters

Ha raggiunto miliardi di minuti di streaming in pochissime settimane dall’uscita e i numeri adesso sono saliti in maniera esponenziale. La serie Mostro: la storia di Jeffrey Dahmer, che racconta del serial killer statunitense accusato di 15 omicidi e condannato a 957 anni di carcere, è stata una delle serie fenomeno di Netflix.

Ad interpretare lo spietato assassino, uno straordinario Evan Peters che ha descritto l’esperienza come una delle più difficili della sua carriera.

L’attore ha infatti riflettuto a lungo prima di accettare, perché desiderava essere completamente autentico e per interpretare Dahmer avrebbe dovuto esplorare luoghi bui della mente umana e restarci per diverso tempo.

La sua collega Niecy Nash, che nella serie interpreta Glenda Cleveland ha raccontato:

“Quando la gente durante le riprese mi chiedeva ‘com’è Evan?’ io rispondevo in tutta onestà ‘non lo so’. Evan si è totalmente calato nel personaggio e noi sul set abbiamo rispettato il tuo processo creativo e la sua necessità di mantenere una distanza con noi, al fine di rappresentare quell’atteggiamento di fronte alla telecamera. Pregavo moltissimo per lui, perché è un personaggio talmente pesante che alcune volte può schiacciarti. Ci sono stati momenti in cui l’ho visto stremato”.

Sul set infatti interagiva poco con i colleghi, proprio per non perdere di vista l’obbiettivo, ma sostenuto da tutti, ha svolto un lavoro straordinario.

Leggi anche: Netflix realizzerà altre due stagioni di Mostro dopo Dahmer

Quando ha letto per la prima volta i copioni degli episodi, cosa ha pensato?

“Quando Ryan Murphy mi ha mandato gli script, la scrittura mi ha colpito subito, era brillante. Ma ero terrorizzato, ho pensato e ripensato se accettare il ruolo o meno, sapevo che sarebbe stata una sfida incredibilmente dark e difficile.”

Come si è preparato al ruolo di Jeffrey Dahmer?

“Ryan mi hai consigliato di guardare, come prima cosa, l’intervista di Stone Phillips. In quel video si vede esattamente il modo in cui parla di quello che ha fatto. Io ne sono rimasto affascinato e volevo immergermi nella psicologia di quel lato estremo del comportamento umano. Quindi ho letto più libri che potevo, resoconti psicologici, confessioni, cronologie, il tutto nel tentativo di capire perché Jeffrey ha commesso quegli atti terribili. E poi, naturalmente, c’è stata tutta la parte fisica della costruzione del personaggio”

Me la racconti…

“Abbiamo impiegato quattro mesi per la preparazione, sei di riprese. Jeffrey tiene la schiena molto dritta e non muove le braccia quando cammina. Quindi ho messo dei pesi alle braccia per emulare quella staticità. Ho indossato durante tutto il percorso i suoi stessi jeans, gli occhiali e ho tenuto una sigaretta in mano sempre. Volevo che il lato esteriore di lui fosse una seconda natura per me durante le riprese. Quindi ho guardato un sacco di filmati, ho lavorato con un coach per individuare la dizione perfetta visto che il suo modo di parlare all’epoca era molto distinto e aveva un dialetto. Ho addirittura creato questo file audio di 45 minuti, che è stato molto utile, e l’ho ascoltato ogni giorno nella speranza di imparare il suo modo di parlare, di entrare nella sua mentalità per cercare in qualche modo di capirlo. È stata una ricerca estenuante per riuscire a trovare suoi momenti privati, prima delle interviste e delle confessioni.”

E i suoi compagni di set?

“Per restare nel ruolo non socializzavo molto ma sono stati sempre tutti estremamente gentili e comprensivi. Niecy Nash ha capito che stavo cercando di spingermi al limite ma allo stesso tempo di rispettarlo e una volta mi ha detto una cosa bellissima che le è stata insegnata da sua nonna: ‘Tieni duro finché non ne hai abbastanza e quando ne avrai abbastanza, continua a tenere duro’, Quella frase è rimasta con me.”

Con lei ha girato una delle scene più agghiaccianti, quella del panino. Cosa ricorda di quel giorno sul set?

“Non molto sinceramente, ma ricordo che Niecy è stata fantastica. Era difficile capire cosa stesse facendo il mio personaggio in quella scena. Da un lato voleva che Glenda, il personaggio interpretato da Niecy, ritirasse la denuncia, ma allo stesso tempo, voleva punirla, ristabilire un certo potere su di lei. Ed è stato davvero incredibile vedere il suo personaggio resistere a Jeffrey Dahmer che non ha avuto altra scelta che andarsene. Dal punto di vista recitativo è stata una bella scena da girare.”

Come ha fatto poi ad uscire da un personaggio così cupo e impegnativo?

“Volevo dare il 120%, per questo ho cercato di restare nella parte per tutto il tempo. Mi sono portato dietro tantissima negatività e l’unico modo per non mollare era tenere bene in vista l’obbiettivo finale, sapere quando avremmo concluso le riprese. Quel giorno ho potuto finalmente respirare, lasciarlo andare e iniziare a riportare gioia e leggerezza nella mia vita. Sono andato a St. Louis a trovare la mia famiglia, gli amici e ho guardato tantissime commedie, film romantici, ascoltato e composto buona musica. Alla fine basta che io ricordi sempre che è solo un lavoro.”

di Federica Volpe da Los Angeles

evan peters

News e anticipazioni

Evan Peters in trattative per tornare nel MCU ma con un nuovo ruolo? Il rumor

Stefano D Onofrio | 7 Ottobre 2022

Evan Peters Marvel

Evan Peters è in trattative per tornare nel Marvel Cinematic Universe ma con un ruolo diverso da Quicksilver? Il rumor

Evan Peters di ritorno nel MCU?

Evan Peters sta per tornare nel Marvel Cinematic Universe? Questo è il rumor del momento che si sta facendo largo negli ultimi giorni. Peters è attualmente sulla cresta dell’onda per il suo ruolo nella miniserie Dahmer. La serie Netflix firmata da Ryan Murphy, che racconta la storia del serial killer Jeffrey Dahmer, macina record di visualizzazioni dopo record. In appena due settimane dalla messa in onda risulta essere la nona serie televisiva in lingua inglese più vista di tutti i tempi. Fino a oggi lo show è stato visto per ben 496,1 milioni di ore e ha ancora diversi giorni per poter migliorare il proprio record.

Intanto, secondo un rumor, Peters potrebbe ritornare molto presto a far parte del Marvel Cinematic Universe. A lanciare la bomba è stato Daniel RPK, un insider che ha diversi contatti diretti nel settore. Secondo quanto riportato ci sarebbero delle trattative in corso per poter avere Evan in un nuovo progetto (ancora senza titolo) legato al ‘multiverso’ più famoso e più remunerativo della storia del cinema. Tra le voci che si susseguono c’è quella secondo cui Evan Peters potrebbe prendere parte alla prossima serie spinoff con protagonista la Agatha Harkness di Kathryn Hahn. Allo stesso modo c’è chi ritiene che sarà proprio Peters l’alter ego di Wonder Man, Simon Williams.

In passato, come noto, l’attore era apparso nei panni di Quicksilver in diversi progetti firmati Marvel: da X Men a Deadpool fino a Dark Phoenix. Potremmo rivederlo presto in un nuovo ruolo? Tutto tace lato Marvel e non c’è alcuna comunicazione ufficiale in merito neanche da parte dello stesso Peters. Vi abbiamo riportato questa indiscrezione come rumor e precisiamo che, senza ulteriori news ufficiali in merito, resta una voce.

Leggi anche: Roe e il segreto di Overville, tutto sul primo romanzo di Daninseries

Proprio qualche settimana fa c’è stata un’altra voce che riguardava un altro popolare attore. Stiamo parlando di Penn Badgley, attualmente protagonista della serie Netflix You. L’ex capo redattore di “Birth. Movies. Death.” Devin Faraci ha recentemente dichiarato durante il podcast Marvelvision che Badgley sarebbe in trattative per il ruolo di Reed Richards (Mister Fantastic).

evan peters

News e anticipazioni

Evan Peters, quando recitò in One Tree Hill

Stefano D Onofrio | 4 Ottobre 2022

Evan Peters One Tree Hill

Forse non lo ricorderai ma molto prima di Dahmer Evan Peters è apparso anche in One Tree Hill: ecco in che ruolo

Ricordi Evan Peters in One Tree Hill?

Evan Peters è attualmente al centro della scena a causa della sua nuova discussa serie. L’attore, che il pubblico conosce bene per i suoi molteplici ruoli nella serie antologica American Horror Story, è il protagonista della miniserie Netflix Dahmer. Lo show è stato accolto con enorme interesse dagli abbonati e racconta la vita del “cannibale di Milwaukee” Jeffrey Dahmer, un serial killer responsabile di 17 omicidi tra il 1978 e il 1991. Nella sola prima settimana di uscita lo show ha registrato un suo record di ascolto senza precedenti con le sue 196.2 milioni le ore di visione. Non tutti hanno però apprezzato lo show targato Netflix. Molte critiche, soprattutto da parte dei famigliari delle vittime di Dahmer, si sono susseguite negli ultimi giorni.

Oggi però vogliamo soffermarci sull’immensa carrierav di Peters, che milita nel mondo dello spettacolo da ormai 18 anni. In questi giorni infatti molte persone si sono gettate a capofitto nel rewatch di uno dei teen drama più amato dei primi anni 2000. Stiamo parlando di One Tree Hill, show che racconta la storia dei fratelli Lucas e Nathan Scott e che è da poco approdata nel catalogo di Amazon Prime Video. Chi si è spinto fino alla sesta delle nove stagioni che hanno composto la serie si sarà senz’altro accorto della presenza di un giovane ragazzo davvero molto somigliante a Evan Peters. Il ragazzo in questione è proprio lui!

evan peters
Evan Peters in One Tree Hill

In One Tree Hill Peters ha interpretato il ruolo di Jack Daniels (sì, avete letto bene). Il giovane è uno studente della Tree Hill High che è il migliore amico (e poi fidanzato) di Sam. Quest’ultima è la ragazza che è stata affidata a Brooke nel corso della sesta stagione. Un ruolo molto breve, di un totale di 6 episodi, che però ha permesso a Evan a muovere i primi passi nel mondo della tv. E questa immagine qui in alto si presta perfettamente a un meme che sta girando negli ultimi giorni sul suo conto. L’attore è infatti decisamente cambiato (e maturato) da quegli anni anche grazie al fortunato incontro con Ryan Murphy.

Leggi anche: Roe e il segreto di Overville, tutto sul primo romanzo di Daninseries

Da diverse stagioni di American Horror Story passando per Pose e ora Dahmer: la coppia Peters-Murphy funziona davvero in tv.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.