La La Land - Damien Chazelle

Il regista di La La Land Damien Chazelle su Netflix con una serie musical

Dopo il successo internazionale di La La Land, Damien Chazelle torna al musical con una serie TV su Netflix: tutte le novità in merito.

Un po’ come Mia alla fine di La La Land, anche nel prossimo futuro di Damien Chazelle, che quel film l’ha diretto guadagnandosi l’esigente plauso della critica e garantendosi un posto di tutto rispetto nel luminoso firmamento di Hollywood, c’è un po’ Parigi. Il regista statunitense, tornato all’opera in questi mesi accanto a Ryan Gosling per realizzare un prossimo bio-pic sulla vita di Neil Armstrong, ha in programma di rientrare molto presto nel genere del musical girando la sua prima serie televisiva per Netflix nella capitale francese.

Chazelle avrà l’onore di lavorare con alcuni grandi firme della scrittura cinematografica, da Jack Thorne, che ha collaborato alle sceneggiature di Harry Potter o del nuovo Star Wars, fino a Glen Ballard e Alan Poul. Nomi altisonanti, necessari perché Netflix abbia la precoce certezza di aggiungere alla sua lunga lista di serie originali un altro prodotto potenzialmente virale e proficuo.

Lo show, che si presuppone al momento diviso nel formato di otto episodi, vedrà al centro del suo racconto un tipico club parigino e coloro che vi lavorano, sullo sfondo di una città brulicante di stimoli e novità che ne sarà altrettanto protagonista, e con una colonna sonora che fungerà da vero filo conduttore della narrazione. Per tutte queste ragioni, è impensabile che la troupe giri solo in interni lontani dall’Europa, ma è anzi presumibile che la lavorazione si tenga unicamente nella capitale francese.

Damien Chazelle | Dopo La La Land, un altro musical… ma a Parigi!

“Ho sempre sognato di girare a Parigi”, ha detto entusiasta Damien Chazelle al pari della Mia nata proprio dalla sua penna. La famiglia di Chazelle è originaria di Parigi, perciò non gli dovrebbe essere troppo difficile scegliere i giusti quartieri e i locali nei quali tenere le riprese. L’unico impedimento che lo divide da questo progetto è al momento quello di First Man, la storia cioè del primo uomo sbarcato sul suolo lunare che sarà nelle sale cinematografiche non prima della fine del 2018.

Quando potrà dunque lasciare l’America per approdare oltreoceano? La nostra speranza è che, vada come vada, l’aria di Parigi sia per Damien Chazelle un propellente in tutto e per tutto identico a quel che è stato per la carriera della nostalgica e melodiosa Mia della sua storia…

CiakGeneration © riproduzione riservata.