Transparent 4 - Jeffrey Tambor - Amazon - Trailer - Pfefferman

Transparent 4 | Trailer | I Pfefferman in Israele e il segreto di Maura

Il viaggio spirituale di Maura, Ali e dell’intera famiglia Pfefferman nel nuovo trailer di Transparent 4, insieme ad una grande rivelazione.

La famiglia Pfefferman non ha ancora stabilito la data del suo ritorno, che potrebbe cadere sia il prossimo autunno sia, al più tardi, nell’inverno inoltrato. Transparent 4 ha però al momento un nuovissimo trailer uscito nelle ultime ore, attraverso il quale capiamo qualcosa di più di ciò che già era stato anticipato qualche settimana fa: il capofamiglia Maura, i figli Sarah, Josh e Ali e l’ex moglie Shelley partiranno ancora una volta insieme, per un viaggio che li condurrà alle radici della propria gente. Li vediamo infatti intenti a meditare presso il muro del pianto, o a baciare il terreno al loro arrivo in Israele, salvo poi ritrovarsi ad essere spintonati da qualche noncurante ebreo ortodosso.

La fuga di Maura (e di Ali, sempre più affascinata dalla cultura dei suoi progenitori) è in realtà una nuova immersione nel mare della scoperta di sé, ora che i medici le impediscono di proseguire la terapia di transizione a causa degli insormontabili problemi di salute. Forse ispirata da questo viaggio, dunque, la protagonista della serie Amazon interpretata da un sempre eccellente Jeffrey Tambor svelerà al pubblico, e come di consueto anche alla famiglia, un’altra sfumatura di se stessa.

Nel trailer di Transparent 4 la svolta sentimentale per Maura (Jeffrey Tambor)

A conclusione del trailer la sentiamo difatti confessare alla figlia di frequentare una persona: sorprendentemente, un uomo. Nella scorsa stagione, l’avevamo vista – ma per poco – prima divertirsi e poi fare quasi sul serio con sua maestà Anjelica Huston, il cui talento non aveva subito le stesse ossidazioni del corpo. Quali nuove strade si apriranno ora invece per Maura dopo l’ulteriore coming-out? E sarà capace di fronteggiare anche stavolta in modo naturale e trasparente, senza vincoli e inconsci preconcetti, il suo prossimo orientamento sessuale?

Contrariamente a Maura, però, Transparent 4 dà l’impressione di voler continuare a correre sugli stessi fortunati binari di sempre, scavando ancora con una sceneggiatura diretta e mai inerte nelle profondità d’animo dei suoi protagonisti. Questi, con le loro insicurezze, i loro interrogativi esistenziali e il loro a volte goffo a volte entusiastico approccio alla vita, ci costringono d’altronde ad una visione mai passiva della serie, scatenando nello spettatore sensazioni tanto perturbanti quanto in fondo catartiche e perciò appaganti.