michael bay accusa 6 undergrund piccione italia

Cinema e Celebrity

Michael Bay sotto accusa per aver ucciso un piccione in Italia

Martina Pedretti | 13 Gennaio 2023

michael bay

Michael Bay è stato accusato dalle autorità italiane per aver ucciso un piccione sul set di 6 Underground a Roma nel 2018: la sua risposta

Michael Bay accusato della morte di un piccione sul set di 6 Underground a Roma

Il regista Michael Bay è al centro di una serie di accuse in Italia relative all’uccisione di un piccione sul set del 2018 del film Netflix 6 Underground. TheWrap ha riportato in esclusiva la notizia, spiegando cosa sta succedendo.

Secondo un insider della produzione, l’incidente si sarebbe verificato a Roma nel 2018, durante le riprese del film 6 Undeground. Un piccione viaggiatore sarebbe stato ucciso da un dolly ( una sorta di carrello) nel bel mezzo di un ciak. Un individuo anonimo che si trovava sul set apparentemente ha assistito alla scena, ha scattato una foto e ha denunciato il tutto alle autorità italiane.

Il regista Michael Bay, che ha fatto diversi tentativi per chiarire il caso con le autorità italiane ha negato categoricamente le accuse.

Questo tipo di piccioni sono una specie protetta in Italia. Il nostro paese ha una legge nazionale che rende illegale danneggiare, uccidere o catturare qualsiasi uccello selvatico, compresi i piccioni. I piccioni sono protetti anche in tutta l’Unione Europea.

Leggi anche la trilogia di Roe: tutto sui romanzi di Daninseries

Michael Bay ha cercato di difendersi quindi, negando che sia accaduto quanto riportato dalla fonte.

Come noto, sono un amante degli animali e un attivista, li voglio proteggere. Nessun animale coinvolto nella produzione è rimasto ferito. E nemmeno in nessuna produzione in cui abbia lavorato negli ultimi 30 anni.

Abbiamo prove video molto chiare. C’erano molti testimoni, e anche responsabili della sicurezza che ci possono liberare dalle accuse. Ci sono prove che smentiscono quella foto di un paparazzo, il quale ha riportato una notizia falsa.

Micheal Bay e il suo team legale hanno fatto tre diversi tentativi nell’ultimo anno per evitare il tribunale. Poiché Bay era il regista del film durante la produzione, è ritenuto tuttavia responsabile. Le autorità italiane hanno fornito la possibilità di pagare una piccola multa per evitare che il caso raggiunga le aule, ma il regista si è rifiutato.

Le autorità italiane mi hanno proposto di risolvere tutto pagando una piccola multa, ma non intendo dichiararmi colpevole di aver fatto del male a un animale.

Come andrà a finire questa storia? Lo scopriremo prossimamente.

6 Underground, con Ryan Reynolds nel cast, è su Netflix.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.