The Walking Dead Tara Enid morte

The Walking Dead: la showrunner sulla morte di ***

La showrunner Angela Kang affronta la morte di Enid e Tara, vista nell’episodio 15 di The Walking Dead 9. “La strage di Alpha prevista dall’inizio”.

La messa in onda dell’episodio 15 di The Walking Dead 9 si è lasciata dietro uno strascico di commenti roventi. Le ragioni stanno principalmente nella straziante sequenza finale con la quale la serie ha rivelato l’uscita di scena di dieci suoi componenti. Fra questi anche le amatissime Tara (Alanna Masterson) e la giovane Enid (Katelyn Nacon) oltre all’illusoria promessa di Henry (Matt Lintz). I tre si accodano in realtà alle numerose e ben più sconvolgenti dipartite della stagione in corso, pronta a concludersi domenica prossima. La morte di Tara ed Enid è rientrata nella scena con cui The Walking Dead ha provato fino a che punto possa spingersi la crudeltà di Alpha.

Una scena che a dire il vero non soltanto gli autori, ma anche gli attori stessi sapevano si sarebbe un giorno trasferita dai fumetti nella serie. La trasposizione è avvenuta con le consuete divergenze rispetto al materiale di ispirazione. A morire nell’ormai nota carrellata di teste impalate a terra da Alpha sono state infatti Tara, Enid, Henry e tanti altri fra i Banditi. Nella versione a fumetti, però, perdevano la vita soltanto Rosita ed Ezekiel. Questi due sono invece ancora vivi e vegeti nella serie televisiva.

La ragione principale di una simile incongruenza è la volontà autoriale di conservare l’effetto sorpresa in tutto il pubblico. Non solo in chi segue soltanto lo show in TV, ma anche tra gli amanti della sua variante su carta.

L’autrice di The Walking Dead commenta la morte di Tara e Enid

A pagare più di tutti le conseguenze di quanto visto ieri negli Stati Uniti e stasera in Italia, in ogni caso, è la showrunner Angela Kang. L’autrice di The Walking Dead è la prima responsabile della cancellazione dei personaggi di Tara ed Enid attraverso la loro morte.

Intervistata da Deadline, la Kang ha così commentato le immagini andate in onda:

“Sapevamo da anni che questo momento alla fine sarebbe arrivato, e non sarebbe stato giusto aspettare oltre l’attuale stagione… L’obiettivo di Alpha era di terrorizzare le comunità e costringerle ad adeguarsi alle sue regole. Perciò c’è un mix di morti, strategica nel caso di Tara, casuale per quanto riguarda Enid, e spinta dalla vendetta con Henry”.

Trattandosi di un momento talmente topico sia per lo show che per i comics, pare che la Kang abbia immediatamente comunicato a tutto il gruppo di interpreti che sarebbe stato per così dire l’anno fatale.

“Nella vita reale è sempre doloroso dire addio ai personaggi e agli attori che abbiamo imparato ad amare… Ho informato l’intero cast all’inizio dell’anno, che avremmo raggiunto la scena degli spunzoni verso la fine della stagione. Volevo che tutti fossero mentalmente preparati a queste perdite.”

“Ognuno però sa di essere stato scritturato in uno show che porta la parola morte nel titolo. Perciò ogni singola persona è stata meravigliosa e professionale quando l’ho chiamata per il proprio episodio finale. La ‘cena della morte’ per le nostre attrici fisse Alanna (Masterson, ndr) e Katelyn (Nacon) è stata divertente e piena di risate. Questo perché loro volevano che l’uscita di scena andasse com’è andata.”

“Ma la cosa straordinaria è che i nostri attori e gli ex di The Walking Dead si vedono fra loro frequentemente alle convention e agli eventi. E talvolta tornano per qualche apparizione speciale nei flashback oppure in altre vesti, perciò rimangono parte della famiglia”.

Insomma, nessun rancore in quel del cast di The Walking Dead per la morte di Tara e Enid. Diversamente accadde lo scorso anno con l’uscita di scena di Chandler Riggs, che interpretava Carl e che, assistito dalla famiglia, sollevò un polverone intorno alle modalità con cui dopo tanti anni sul set gli venne comunicato di andarsene.

Ad ogni modo, sarà un caso ma, per il momento, da parte di Alanna Masterson e Katelyn Nacon tutto tace…

CiakGeneration © riproduzione riservata.