Cole Sprouse si trova in Italia? Alcune volte insinuano il dubbio, ma ecco la verità

Cole Sprouse si trova in Italia per trascorrere le vacanze? Alcune foto pubblicate dall'attore insinuano il dubbio: ecco però la verità

3Dove si trova Cole Sprouse?

cole sprouse

Cole Sprouse sta trascorrendo le sue vacanze in Italia in compagnia della sua fidanzata? E’ questo il dubbio che sta insinuando tra il fandom italiano dell’attore di Riverdale dopo la visione di alcune foto postate sul suo profilo Instagram. Qualche giorno fa Cole ha infatti pubblicato nelle sue stories alcuni scatti che ritraggono un lungo vigneto ed un calice di vino. Secondo molti seguaci di Sprouse il panorama mostrato sembra molto simile a quello di qualche uliveto italiano, in particolare della Toscana.

Come noto l’interprete di Jughead ha origini italiane e il suo luogo di nascita è Arezzo, cittadina della Toscana che ha ospitato lui, suo fratello Dylan e i suoi genitori per diversi anni. Matthew e Melanie Sprouse infatti insegnavano inglese in una scuola e dopo qualche mese dalla nascita dei gemelli hanno deciso di ritornare in California. Nel film mentale ideato dai fan Cole sarebbe tornato nella sua città d’origine in compagnia della nuova fidanzata, la modella Ari Fournier, per farle visitare i luoghi che hanno ospitato la sua infanzia. Niente di più sbagliato!

Cole Sprouse non si trova affatto in Italia ma si trova in California, come hanno sostenuto diversi account Twitter molto attenti ai dettagli. Una ragazza in particolare ha notato che il luogo in cui la Fournier si è geolocalizzata si trova in California e che la coppia si sta godendo qualche giorno di relax per festeggiare il compleanno della modella. Nulla da fare: se avete programmato un viaggio in Toscana con la speranza di incontrare Cole, dovrete rivedere i vostri piani.

Leggi anche: Roe e il segreto di Overville, tutto sul primo romanzo di Daninseries

Intanto Sprouse è tornato da qualche settimana tornato in onda sulla The CW con la seconda metà della quinta stagione di Riverdale.

Ecco dove eravamo rimasti

Indietro