American Horror Story spin off

American Horror Story spinoff: tutte le news e le anticipazioni

American Horror Story avrà uno spin off: ecco di che cosa si tratta e l’annuncio del produttore Ryan Murphy che spiega l’idea su Instagram.

UPDATE 27/05/2020: per indorare la pillola del drastico slittamento di American Horror Story 10 al 2021, FOX ha annunciato di aver preso in seria considerazione lo spin off della serie. La rete avrebbe insomma deciso di approvare il progetto voluto da Ryan Murphy. Il produttore, tra il serio e il faceto, aveva parlato su Instagram di un American Horror Stories. Non è chiaro però quando il nuovo show potrebbe vedere la luce, visto e considerato che la serie madre, a causa del Coronavirus, ha interrotto le riprese fino a data da destinarsi. Tutto quello che c’è da sapere sullo spinoff di American Horror Story, in ogni modo, lo trovate qui sotto.

Genesi del progetto

Fermate Ryan Murphy. O magari no, visto che ciascuna idea del produttore sembra meritare d’essere realizzata. Dopo Ratched, The Politician, American Crime Story, Pose, Feud, Hollywood e il prossimo Daddy Ruler, la genialità di Murphy passerà attraverso uno spin off di American Horror Story.

La serie ha debuttato per la prima volta nel 2011 ed è attualmente arrivata alla decima stagione, che salvo ritardi dovrebbe andare in onda a settembre. Non solo, perché lo show ha già ricevuto il via libera almeno fino all’undicesimo ciclo di episodi ed è responsabile dell’avvio di un’altra antologia sui più avvincenti casi giudiziari americani.

Oggi però il corso della serie fa un grosso passo avanti, con la decisione del suo creatore di realizzare uno spin off da una costola di American Horror Story. Ryan Murphy lo ha annunciato attraverso Instagram generando in pochi minuti perplessità e caos mediatico.

Condividendo un collage fanmade con i volti di tutti i principali protagonisti della serie madre idealmente collegati in una conversazione su Zoom, il produttore ha lasciato scritto in didascalia:

“Una chiamata su Zoom del cast di American Horror Story… in cui ricordavamo i vecchi tempi… parlavamo dello spin off che abbiamo intenzione di fare, chiamato American Horror Stories (episodi il cui contenuti si esaurisce in un’ora)… quando inizieremo a registrare la prossima stagione della nave madre… e altre cose che non posso divulgare. È stato molto divertente, e sono felice che ci siamo incontrati. Mi mancate tutti!”.

Di cosa parlerà lo spin off: trama

Tra le righe di quello che a una prima lettura potrebbe apparire come un mero sfogo nostalgico, insomma, Ryan Murphy ha incastonato una grande rivelazione. Il cast dell’American Horror Story originale starebbe da tempo discutendo intorno a un fantomatico spin off. Ma di che cosa parlerà?

Fonti vicine a Murphy, scomodate da autorevoli siti che si occupano di intrattenimento e spettacolo come Deadline, confermerebbero quanto suggerito dal diretto interessato. Ciò significa che American Horror Stories – questo il titolo apparentemente scelto per lo spin off – sarà incentrato su singole storie di fantasmi che si concluderanno in un solo episodio.

Anche la serie figlia dovrebbe replicare il formato antologico di American Horror Story, e potrebbe quindi avere uno specifico tema o fil rouge per ciascuna stagione.

Le perplessità, però, restano e non sono poche. Una su tutte il rischio che mettendo in cantiere l’ennesima idea Ryan Murphy finisca inevitabilmente per smarrirsi. Il che peraltro è sempre stato il suo più desolante punto debole…

Dove andrà in onda: canale Italia e streaming

Secondo quanto riferisce The Hollywood Reporter alla fine di giugno 2020, lo spinoff di American Horror Story, con il titolo definitivo di American Horror Stories, andrà in onda su Hulu.

Lo show non seguirà quindi l’esempio della serie madre, che viene trasmessa dalla rete via cavo FX, ma andrà sulla piattaforma di streaming. Questo non significa che in Italia American Horror Stories non sarà ugualmente mandato in onda su FOX (canale 112 di Sky).

Se così sarà, per vedere American Horror Stories in streaming bisognerà anzitutto avere un abbonamento alla TV satellitare, a SkyQ o Sky On Demand. In alternativa è possibile avere un abbonamento (senza contratto) alla piattaforma NOW TV, parallela a Sky e dove i contenuti del satellite vanno di volta in volta in diretta streaming o sono caricati in versione on demand.