Tredici: Brandon Flynn di 13 Reasons Why contro Trump sui diritti LGBT

Tredici: Brandon Flynn di 13 Reasons Why contro Trump sui diritti LGBT
Ti aspetto sul mio profilo Instagram!

Brandon Flynn, volto di Justin Foley in 13 Reasons Why contro Trump su Instagram

Il cast di Tredici – 13 Reasons Why nella versione originale – ha fin dall’inizio dimostrato di essere molto attento ai diritti della comunità LGBT, nonché ai diritti facenti capo alla persona in genere, senza discriminazione alcuna: in molti, infatti, hanno apprezzato in modo particolare la presenza di Katherine Langford, volto della protagonista Hannah Backer e degli altri membri del cast alla sfilata del Gay Pride di San Francisco.

Come i fan sanno benissimo, anche lo show di Netflix ha saputo dare spazio al tema dell’omosessualità attraverso due personaggi, l’amatissimo Tony Padilla di Christian Navarro e la più controversa Courtney (Michele Selene Ang), figlia adottiva di una coppia omosessuale e alle prese con la scoperta della sua sessualità.

A dimostrare la sua vicinanza alla causa, questa volta, è stato Brandon Flynn, che attraverso il suo profilo Instagram ha postato un messaggio veramente toccante, di denuncia e di supporto all’intera comunità LGBT, mettendosi addirittura contro il presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Ecco che cosa ha detto l’interprete di Foley

Commenti