ELITE chi ha ucciso Marina

ELITE: chi ha ucciso Marina? Identità del killer e le ragioni dell’omicidio

Ti aspetto sul mio profilo Instagram!

Nella prima stagione di ELITE chi ha ucciso Marina? Tutti i dettagli sull’identità del killer e perché lo ha fatto. Contiene spoiler sulla serie TV di Netflix!

Se la serie TV ELITE, distribuita da Netflix a livello internazionale lo scorso venerdì, è riuscita immediatamente a far presa su milioni di fan, è merito anche del suo mistero. Sin dal primo episodio veniamo catapultati nell’atmosfera spietata della scuola di Las Encinas, uno degli istituti più prestigiosi della Spagna. Qui sono parecchi i segreti custoditi dagli studenti, i cui rapporti sembrano animati soltanto da meschinità e ambizione. Le circostanze si aggravano alla morte di uno degli studenti, appartenente ad una delle famiglie più facoltose della città. Si tratta di Marina (Maria Pedraza), ragazza bella e piena di vita che viene uccisa da un misterioso assassino durante la festa di fine anno. Nonostante sin dall’inizio degli episodi il pubblico venga messo a parte di questo evento, ci si domanda durante tutto l’arco di ELITE chi ha ucciso Marina.

A questo interrogativo, la cui soluzione interessa soprattutto chi non riesce ad aspettare di vedere tutti gli otto episodi della prima stagione, cercheremo di rispondere nelle righe che seguono. Non solo però vi diremo in ELITE chi ha ucciso Marina, ma anche come e perché è successo. In questo modo, anche per chi ha preferito attendere la conclusione degli episodi, sarà più chiaro procedere verso la (non ancora confermata) stagione 2.

ELITE chi ha ucciso Marina?

Per sapere chi ha ucciso Marina nella stagione 1 di ELITE, dobbiamo fare qualche passo indietro che ci aiuti a conoscere meglio la ragazza. In ogni caso, Marina morirà per aver ricevuto un brutto colpo alla testa sferratole da un compagno di classe con la statuetta del premio scolastico vinto alla festa di fine anno.

Marina è la sorella di Guzman (Miguel Bernardeau) ed è figlia di due dei coniugi più potenti della città. Il padre è un noto costruttore corrotto che lavorando con materiali scadenti ha provocato il crollo del soffitto di una scuola pubblica. Lo scandalo lo ha travolto facendo guadagnare a Samuel (Itzan Escamilla), all’amico Christian e alla giovane musulmana Nadia una borsa di studio per Las Encinas.

Attraverso l’amicizia con Samuel, che lentamente si innamora di lei, Marina s’imbatte in Nano (Jaime Lorente) il quale a sua volta non riesce a frenare una cotta per la ragazza. Marina frequenterà entrambi, dividendosi tra la passione carnale per Nano e i sentimenti più tiepidi per Samuel. Scopertasi incinta del fratello maggiore, progetterà con lui una fuga lontano dai guai sempre più incalzanti della famiglia.

Poco prima di scappare e sul luogo dell’appuntamento, tuttavia, Marina verrà sorpresa da uno dei compagni che, in una lite molto accesa, la colpirà fino ad ucciderla.

Dunque in ELITE chi ha ucciso Marina? Il colpevole dell’omicidio è Polo. Il ragazzo, fidanzato con Carla, a sua volta figlia del collega più intimo del padre di Marina, si renderà responsabile della morte della compagna.

ELITE, perché Polo ha ucciso Marina e tutti i moventi dei sospettati

Ora che sappiamo chi ha ucciso Marina, cerchiamo di capirne meglio le ragioni. Poco prima della morte, Marina era passata dall’essere una delle ragazze più popolari della scuola ad attirare l’odio di tutti i compagni, compreso l’assassino Polo. Per questo motivo, dunque, molti dei sospettati dalla polizia sono studenti. Tra loro, ecco la lista di quelli sui quali si concentrano i principali dubbi degli inquirenti e i presunti moventi:

  • Nadia: odia Marina per aver raccontato alla preside che il fratello è uno spacciatore;
  • Ander: odia Marina per aver provocato guai al fidanzato Omar;
  • Lucrecia: odia Marina per aver spifferato il suo ricatto verso il professor Martin;
  • Polo: odia Marina per aver provocato una crisi nella famiglia della sua fidanzata;
  • Carla: odia Marina per aver messo in pericolo la famiglia a causa della sua relazione con Nano;
  • Samuel: è arrabbiato con Marina per avergli taciuto la sua relazione col fratello.

Da questo elenco abbiamo omesso Nano, che la polizia finirà per arrestare ma che non aveva alcuna vera ragione per uccidere l’amante. Nano era infatti il padre del bambino che Marina aspettava, e nonostante il fratello fosse venuto a conoscenza di quella relazione aveva comunque pianificato la fuga con lei.

Datisi appuntamento presso la piscina della scuola, Marina lo attende senza sapere che ad anticiparlo sarà il suo assassino. Prima viene incrociata da Samuel, che cerca di farla ragionare mettendone in crisi le certezze. Rimasta di nuovo sola, Marina fa per scrivere a Nano che non è più convinta di partire. A questo punto compare Polo, che la distrae dal mandare il messaggio.

Alvaro Rico Polo chi ha ucciso Marina
Polo (Alvaro Rico)

Polo giunge in piscina dopo una discussione con Carla. Vuole riconquistarla, e sapendo che Marina ha con sé l’orologio di cui la ex è alla disperata ricerca, è pronto a tutto per recuperarlo. Dal colloquio con Marina scaturisce una lite furibonda in cui la compagna lo accusa di essersi lasciato sfuggire Carla per colpa di Christian. Inferocito da quelle parole, Polo afferra la statuetta alata vinta da Marina e la colpisce alla nuca facendola svenire.

Marina non morirà sul colpo, ma avrà occasione di rivedere un’ultima volta l’amato Nano. Questi si recherà infatti sul luogo dell’appuntamento, trovando la ragazza coperta di sangue. Impaurito dalle circostanze, fuggirà via. Intravisto dal fratello Samuel sarà però accusato proprio da lui dell’omicidio di Marina.

CiakGeneration © riproduzione riservata.